campochiarenti

Chianti Colli Senesi Riserva

Il nostro Chianti Colli Senesi è prodotto con le uve provenienti dalle vigne aziendali.  Il disciplinare di produzione richiede l’uso di almeno il 75% di Sangiovese con la possibilità di impiegare tutte le uve ammesse in toscana comprese le tradizionali uve bianche. Per la versione Riserva si richiede inoltre il passaggio in contenitore di legno per un minimo di 8 mesi, che l’imbottigliamento avvenga dopo almeno 2 anni  di affinamento, e che venga commercializzata dopo almeno 4 mesi di affinamento in bottiglia.ccsr

Anche per il nostro Chianti Colli Senesi Riserva si utilizzano solo vitigni autoctoni: l’85% di Sangiovese è completato da Colorino, Canaiolo, Ciliegiolo, Mammolo, Foglia Tonda appositamente selezionati durante la vendemmia.  Le fermentazioni vengono condotte in maniera tradizionale con delestage e rimontaggi, e sono seguite da prolungate macerazioni che consentono di estrarre i migliori tannini dai vinaccioli, e polifenoli ed antociani dalle bucce. Terminate le fermentazioni si procede al blend ed all’affinamento in botte grande per 36-40 mesi seguito dall’imbottigliamento e da un affinamento in bottiglia di 6-12 mesi.
La chiarifica del vino avviene in maniera naturale senza l’uso di prodotti chimici, si hanno così vini molto naturali che non presentano componenti che possono dare allergie. La scelta di usare solo processi naturali può portare a trovare in bottiglia un piccolo deposito solido, che si forma con l’invecchiamento. E’ questo un segnale di naturalità del prodotto, ed anche un segno di quanto il vino sia ancora “vivo” in bottiglia e continui la sua evoluzione, regalando grandi soddisfazioni con l’invecchiamento.
Il Chianti Colli Senesi Riserva di Campochiarenti si presenta con un corpo rotondo e morbido, accompagnato da una struttura che ne garantisce una notevole longevità.

91

Scheda Tecnica

Ampelografia

Catalogo delle varietà Sangiovese

Disciplinare